Alzo gli occhi e vedo te
Egomusicocefalo
Tempo per le danze non ce n’è
Egomusicocefalo
Ma i clown son   già   scappati via
Il re   caprone è in agonia
Le armate zombi   dal trallallà
Son già alle porte della città
Apro il frigo e vedo ancora te
Egomusicocefalo
Sembri un torcicollo di Chopin
Egomusicocefalo
Ma tutti i pesci vengon su
Per ascoltare un po’ di blues
E un dio cartoon dall’aldilà
Promette mosche e siccità
Odio la mia testa, ma è la sola che ho
Vedi, muovo ancora le mie zampe, che ti piaccia o no
Guarda, la tua Fender non si pettina più
Non scappare sotto il tavolo
Sono il mostro che hai creato tu
Figlio della peste di Babel
Egomusicocefalo
Sembri un sogno porno di Chanel
Egomusicocefalo
Ma i clown son già scappati via
Il re caprone è in agonia
Le armate zombi del trallallà
Son già alle porte della città
E tutti i pesci vengon su
Per ascoltare un po’ di blues
E un dio cartoon dall’aldilà
Promette mosche e siccità
Odio la mia pelle, ma è la sola che ho
Vivo nel tuo specchio da cent’anni che ti piaccia o no
Ero nei tuoi sogni prima ancora che nascessi tu
Non cercare di nascondermi
Sono il mostro che hai creato tu
Sembra notte ma non è
Egomusicocefalo
Come un torcicollo di Chopin
Egomusicocefalo
Alzo gli occhi e vedo te
Egomusicocefalo
Come un torcicollo di Chopin
Egomusicocefalo